pulsossimetro da dito professionale

Pulsossimetro da dito professionale: Guida completa all’acquisto con classifica dei 5 migliori modelli 2020

Il pulsossimetro da dito, anche noto come saturimetro od ossimetro, è uno strumento completamente automatizzato capace di misurare e monitorare il grado di saturazione di ossigeno all’interno del sangue.
È un vero è proprio dispositivo medico che, in passato, veniva impiegato esclusivamente in ambito sanitario ed ospedaliero; mentre oggi è largamente utilizzato anche in ambiente domestico.

Il pulsossimetro serve per valutare il livello di funzionalità respiratoria che è uno dei segni vitali più importanti da tenere sotto controllo, insieme a temperatura corporea, pressione sanguigna e frequenza cardiaca: nello specifico consente di valutare la saturazione di ossigeno dell’emoglobina presente nel sangue arterioso periferico.

Rilevare un’insufficienza respiratoria in fase iniziale è importante per scoprire l’insorgere di problemi ai polmoni e poter intervenire in tempo.

pulsossimetro migliore del 2020

Come si usa il pulsossimetro?

L’utilizzo del pulsossimetro è molto semplice: bisogna infilarlo al dito indice o medio applicando la pinzetta all’ultima falange e premere il pulsante di avvio per dare inizio alla rilevazione.
In alternativa è possibile posizionare l’ossimetro sul lobo dell’orecchio, mentre nei neonati la posizione migliore dove applicare la sonda è rappresentata dal piede.

I valori di ossigenazione del sangue vengono mostrati su un display o monitor in grado di restituire i risultati delle rilevazioni, i quali possono essere registrati e depositati in una memoria portatile tramite porta USB o infrarossi.

Dal momento che la misurazione della saturazione di ossigeno con il pulsossimetro è una metodica non invasiva e totalmente indolore può essere utilizzato tranquillamente in ambito casalingo e su qualsiasi tipo di paziente, inclusi neonati, bambini ed anziani.

È uno strumento facile da utilizzare in quanto completamente automatizzato, preciso e può essere utile al fine di:

– Monitorare costantemente, anche presso il proprio domicilio, il grado di saturazione e la frequenza cardiaca in pazienti affetti da malattie delle vie respiratorie, come polmonite, asma e bronchite.

– Controllare la saturazione dell’emoglobina in pazienti che soffrono di apnee notturne.

– Tenere sotto controllo i propri parametri vitali durante lo svolgimento di attività sportive in altitudine.

– Valutare la funzionalità respiratoria in pazienti fumatori.

– Determinare la presenza o meno di eventuali danni al sistema respiratorio in pazienti esposti ad inquinamento ambientale o sul luogo di lavoro.

– Monitorare battiti e ossigeno durante il periodo molto delicato della gravidanza.

Chiaramente quelle sopra menzionate sono solo alcune delle possibili applicazioni del pulsossimetro che può essere impiegato in molte altre situazioni: ogni qualvolta si renda necessario misurare in maniera rapida e costante il grado di saturazione di ossigeno e la frequenza cardiaca di un paziente.

Come funziona un pulsossimetro da dito?

Il pulsossimetro da dito è composto da una sonda che ha il compito di effettuare le rilevazioni, e da due sensori che generano raggi luminosi con lunghezza d’onda differenti: è un piccolo spettrofotometro.

I sensori dell’ossimetro sono due diodi che grazie a una fotocellula comunicano con la sonda, emettendo radiazioni luminose la cui lunghezza d’onda varia dalla luce rossa a quella infrarossa.

I fasci di luce oltrepassano il dito, attraversando tutti i tessuti e le strutture che lo compongono, fino a raggiungere il rilevatore posto all’altra estremità della pinza. Durante questo passaggio, l’emoglobina legata all’ossigeno assorbe soprattutto la luce infrarossa, mentre l’emoglobina non legata soprattutto la luce rossa.

Il pulsossimetro è in grado di calcolare la saturazione di ossigeno sfruttando proprio questa differenza nella capacità delle due diverse forme di emoglobina di assorbire la luce rossa o infrarossa.

La maggior parte dei modelli disponibili attualmente sul mercato hanno una precisione di lettura con un margine di errore tra l’1 e il 2%: motivo per cui i valori forniti dai moderni saturimetri vengono considerati di grande attendibilità

I 5 migliori modelli di pulsossimetro da dito: 

Per orientarci nella scelta del miglior saturimetro da dito ecco la classifica dei 5 prodotti top attualmente sul mercato:

  • beOXYGEN

Il saturimetro beOXYGEN offre la possibilità di ottenere delle misurazioni precise ed affidabili dei parametri vitali comodamente da casa e in ogni momento della giornata grazie ad un sistema di rilevamento dati avanzato.
Grazie al suo design essenziale e ultra compatto può essere trasportato comodamente ovunque, senza alcun ingombro o pericolo.
È molto facile ed intuitivo da adoperare anche da chi non ha mai utilizzato questa tipologia di dispositivi.
I livelli rilevati appariranno in poco tempo sul display luminoso che si spegnerà in maniera automatica una volta terminata la lettura dei dati.
Ideale per chi desidera un dispositivo professionale ma allo stesso tempo comodo e semplice da usare.

Vedi BeOxygen in offerta sul sito ufficiale – Ultimi pezzi in sconto

  • Beurer PO

Il pulsossimetro della Beurer PO 80 è particolarmente indicato per chi pratica sport in altitudine come scalatori, sciatori e ciclisti.
Il display è a colori con quattro schermate disponibili, luminosità regolabile e tutti i valori misurati sono bene indicati e chiaramente leggibili.
Il dispositivo della Beurer è molto preciso, semplice da usare e dotato di un allarme acustico che si attiva in caso di rilevamento di valori anomali o di eventuali irregolarità legate alla frequenza del battito cardiaco.
La memoria integrata consente la registrazione continua dei dati fino a 24 ore e con il software SpOz Assistant è possibile trasferirli facilmente sul PC, visualizzarli e stamparli.

  • Konjac Ossimetro da dito

L’ossimetro Konjac ti permette di misurare tre indicatori importanti: il livello di ossigeno del sangue, il livello di frequenza cardiaca e l’indice di perfusione.
Modello particolarmente resistente grazie alla sua struttura in plastica ABS ad alta densità.
Dispositivo adatto a qualsiasi tipo di paziente, compresi bambini e anziani in quanto i numeri sul display sono ben leggibili e illuminati.
È possibile utilizzare il cavo in dotazione per appendere l’ossimetro al collo o al polso, ma può essere anche facilmente portato in tasca, nello zaino o nella borsa.
Perfetto per chi desidera un prodotto portatile e affidabile.

  • HOMIEE Saturimetro da dito

Il saturimetro della Homiee da dito si distingue dagli altri modelli per la sua capacità di misurare non solo il livello di ossigenazione del sangue, ma anche il battito cardiaco e la percentuale di perfusione, un dato che consente rilevare la validità dei dati rilevati verificando l’affidabilità della posizione in cui viene posto il sensore.
Modello particolarmente consigliato per pazienti con patologie polmonari o respiratorie di altro genere in quanto consente un monitoraggio costante e accurato.
Facile da usare, il saturimetro Homiee è anche dotato di misura ottica adattativa, che offre una precisione elevata e che in circa 8 secondi mostra i dati relativi all’ossigenazione sanguigna e il battito cardiaco.
Inoltre è dotato di un display OLED a colori capace di visualizzare i risultati in quattro direzioni diverse e della funzione di auto spegnimento dopo otto secondi di utilizzo.
Un sistema di segnalazione acustica avvisa quando i valori, secondo impostazioni personalizzabili, sono oltre il limite predeterminato.
Compatto e leggero, può portarlo con te dove vuoi senza preoccuparti che cada grazie alla custodia in silicone che lo protegge.
Ideale per chi desidera un modello resistente, professionale e pratico per la vita di tutti i giorni.

  • Saturimetro Pulse Oximeter

Il pulsossimetro della Pulse Oximeter è perfetto per chi è in cerca di un modello facile e affidabile per uso domestico e sportivo, in particolare per chi pratica sport d’alta quota come alpinisti, sciatori o motociclisti.
L’ossimetro è dotato di una misurazione ottica adattativa per ottenere una misurazione dei parametri vitali precisa e affidabile.
In circa otto secondi il display ampio e luminoso mostra i valori rilevati e si spegne automaticamente una volta finito di utilizzare.
Comodo, portatile e utilizzabile fino a 30 ore di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *